Dieter Solneman

DIETER SOLNEMAN



in Die Welt, Amburgo

«(…) l’allegoria domina il suo linguaggio in una forma demoniaca spesso inafferrabile razionalmente e nelle sue poesie trasognate è racchiuso il poeta come vi fosse sepolto. Nulla di concreto, nessuna immagine, nessuna forma resta nella memoria, ma solo il mormorare della sua anima che vibra sommessamente e pare costretta a esprimersi per puro effetto di magia (…)»