La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - Ciclo

La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - Ciclo

Messaggioda Nino Cannatà » 20/03/2012, 10:52

RICORDO COSA FOSSE SIMILE ALLA RUOTA

Ricordo cosa fosse simile alla ruota
e sebbene non più ricca
quanto nei raggi suoi era lievemente smossa,
era già vera una giornata timida
indifesa.
Era vera l’opaca
sua umile origene.
Una festa
appariva già dentro una stella.

da Avaro nel tuo pensiero, inedito, 1955
Nino Cannatà
Amministratore
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20/03/2012, 10:15

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda antonioroselli » 21/03/2012, 20:07

Carissimi amici,
per confrontarci e quindi ordinare i nostri interventi in occasione del ciclo di letture ed appuntamenti con le scuole, sono convinto che sia opportuno incontrarci tutti insieme preventivamente ed organizzare un vero e proprio percorso tematico.
Penso che non ci sia occasione più propizia delle festività Pasquali .
Chi la pensa come me è invitato a rispondere a questo messaggio . Grazie :).
A presto.
antonioroselli
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/03/2012, 19:48

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda PinoMartino » 22/03/2012, 17:08

Sento capricciosi eventi
e con ordine un va e viene
in questi squallidi
umili orizzonti, dove, forse, non so
più quali nuove prove gioie più non erano
e, certamente, non erano d'amore.
Un desiderio s'accende e così bene.
...

(Da "Avaro del tuo pensiero)
PinoMartino
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20/03/2012, 19:56

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda andrea usai » 22/03/2012, 22:48

bellissima
andrea usai
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 22/03/2012, 22:47

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda marzia.matalone » 24/03/2012, 21:59

antonioroselli ha scritto:Carissimi amici,
per confrontarci e quindi ordinare i nostri interventi in occasione del ciclo di letture ed appuntamenti con le scuole, sono convinto che sia opportuno incontrarci tutti insieme preventivamente ed organizzare un vero e proprio percorso tematico.
Penso che non ci sia occasione più propizia delle festività Pasquali .
Chi la pensa come me è invitato a rispondere a questo messaggio . Grazie :).
A presto.


Ciao Antonio! Piacere di conoscerti!
Per quel che mi riguarda non ci sono problemi, durante le feste si potrebbe organizzare un incontro tra relatori
(alcuni di noi si sono già conosciuti).
Se per gli altri va bene, basterà solo decidere luogo e data cercando di conciliare le esigenze di tutti!
In ogni caso, inviterei i relatori a inserire su questo forum le sintesi delle proprie relazioni (in questo modo potremo farci un'idea di quello che bolle in pentola nel complesso).

Un saluto e a presto!

Marzia Matalone
marzia.matalone
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/03/2012, 11:39

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda mikotexas » 25/03/2012, 0:10

Gli orizzonti creati dalla mente e vissuti dal cuore...bella poesia
mikotexas
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/03/2012, 16:37

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda oneiros » 25/03/2012, 13:02

Anche a me piace particolarmente questa poesia, in cui c'è tutta la poetica calogeriana: la volontà di superare il dissidio tra il caos degli eventi oggettivi e l'ordine soggettivo; e al contempo la tensione verso una meta, che è illusoria, e quindi irraggiungibile; l'elaborazione di una gioia....e poi la chiusa "un desiderio s'accende e così bene".....
C'è però da capire a che tipo di desiderio faccia riferimento il poeta...
oneiros
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20/03/2012, 10:42

Re: La poesia di Lorenzo Calogero e le nuove generazioni - C

Messaggioda rocco polistena » 26/03/2012, 22:56

Di tanto rovinoso mare
poco suono giunge
al mio orecchio assorto
in ascoltazione dell'Eterno
che come un angelo passa.
(da "Poco suono", 1933-35)

Calogero conobbe l' Eterno nell'indomabile arsura di riscatti mancati, agognando quell' "ora di pace" ansimata e che solo uno spirito eletto impantanato fino al midollo osseo dall' Ars poetica può ricercare....L' Eterno e Calogero sono un tutt'uno!
rocco polistena
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20/03/2012, 10:52


Torna a Benvenuti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron