Una medaglia nel nome del poeta Lorenzo Calogero

Una medaglia nel nome del poeta Lorenzo Calogero


Una medaglia del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, all’iniziativa finanziata dalla Regione Calabria e assegnata al Comune di Melicuccà, realizzata dall’Associazione Culturale Villanuccia, in ricordo del poeta Lorenzo Calogero, l’illustre figlio di Melicuccà che con i suoi vibranti versi fece dire a Giuseppe Ungaretti: «Lorenzo Calogero, con la sua poesia, ci ha diminuiti tutti».
La manifestazione, che conclude le celebrazioni dell’anno calogeriano 2010-2011, centenario della nascita e cinquantesimo anno della morte del poeta, si è svolta a Roma, nella sala del Carroccio in Campidoglio, con una tavola rotonda a cui hanno partecipato studiosi, intellettuali e poeti, appassionati conoscitori di Lorenzo Calogero.
L’assessore alla Cultura della Regione Calabria, Mario Caligiuri, intervenuto alla cerimonia in rappresentanza del presidente Giuseppe Scopelliti, ha parlato di Calogero, «poeta che merita di essere sempre più conosciuto e, in un certo senso, risarcito». «Cultura non è una parola vuota – ha aggiunto – ma un modello di sviluppo. La Calabria ha certo bisogno di lavoro, di strade, di istituzioni efficienti, di contrastare la mafia. Appunto per questo ha bisogno soprattutto di poesia». Il Sindaco di Melicuccà Emanuele Oliveri ha voluto ribadire la necessità di trasformare la villetta del poeta in una casa museo, per creare un polo di sviluppo culturale, sociale ed economico.